Autostima e Crescita Personale

L’autostima è il valore che una persona dà a se stessa, quanto si reputa efficace, competente e degna di stima. Una solida autostima consente di avere un senso del proprio valore sufficientemente stabile e positivo nonostante piccoli errori, insuccessi o critiche che si possono ricevere da altri. Al contrario, un’autostima troppo debole, invece di fondarsi su un senso di sé della propria identità globale e interna all’individuo, dipende eccessivamente dalle conferme e dalle valutazioni provenienti dall’esterno rivelandosi estremamente vulnerabile a seconda delle circostanze.

Quando ci si giudica negativamente (mancanza di autostima) si prova una sensazione di disagio e sofferenza. Per evitare ulteriori sensazioni spiacevoli si corrono meno rischi sociali o professionali, si rinuncia a relazionarsi con le persone, si limitano le proprie capacità, si resta inibiti nell’esprimere i propri sentimenti o bisogni, si erigono barriere difensive.

Molte persone hanno infatti la tendenza a focalizzare l’attenzione sulle cose negative, sugli errori o i fallimenti piuttosto che sui successi, trascurando gli aspetti positivi delle situazioni e delle proprie azioni.

Dal lato opposto anche un’autostima eccessivamente alta può risultare disfunzionale. Infatti l’individuo “grandioso” non è mai veramente libero perché dipende dall’ammirazione degli altri e perché la sua autostima può essere troppo legata a qualità e prestazioni che tutto di un tratto potrebbero venire a mancare.

L’autostima, influenza la consapevolezza di poter raggiungere obiettivi, influenza il tono dell’umore, le relazioni e gli affetti, in generale, influenza il successo nella vita e le scelte personali.