Depressione e Disturbi dell'Umore

L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha dichiarato che nel 2020 la depressione sarà il disturbo più diffuso al mondo e la seconda come causa di disabilità. Già oggi questo disturbo si colloca al quinto posto ed è quindi ampiamente noto alla maggior parte delle persone.

Spesso si tende a confonderla con quei fisiologici e passeggeri cambi d’umore o con quelle emozioni, come  la tristezza, la rabbia, l’impotenza, il senso di colpa che possono presentarsi come conseguenza di eventi negativi nella vita del soggetto come lutti, perdite, separazioni, divorzi, perdita del lavoro e così via.

La depressione è diversa da queste emozioni e, se grave, può determinare un blocco, un congelamento del livello di attività di chi ne soffre: oltre ad un tono dell’umore basso per un periodo significativo, unito a sensazioni di stanchezza e insoddisfazione, si assiste ad una perdita di interesse per attività prima considerate gradevoli. Possono inoltre presentarsi difficoltà di memoria e di attenzione, un calo dell’interesse sessuale, disturbi dell’alimentazione o del sonno.

I sintomi della depressione possono essere molto diversi da persona e persona e manifestarsi in seguito a determinati eventi di vita: è importante svolgere accurati colloqui clinici per porre la diagnosi corretta e per agire tempestivamente sul problema, riducendo tutte le conseguenze personali e relazionali che un disturbo depressivo non curato certamente comporta.